[ 17/06/2005 ]
INVESTIRE SGR: PER FIP RICHIESTE AL DOPPIO DELL'OFFERTA
“Il Fip? Tutto il fondo è un intero sale and lease back, ecco perché è così interessante”. Il giudizio è di parte e appartiene a Clemente Di Paola, direttore generale di Investire Immobiliare Sgr, la società del gruppo Banca Finnat che si è aggiudicata la gestione del Fondo degli immobili pubblici, una realtà da 3,7 miliardi di euro di patrimonio gestito. Sempre Di Paola, che è intervenuto ieri al dibattito di presentazione del Rapporto sui fondi immobiliari in Italia e all’estero di Scenari Immobiliari, ha annunciato che la domanda di quote (che ancora non è però una prenotazione vincolante) è stata il doppio dell’equity del fondo e, soprattutto, per oltre metà arriva da investitori esteri. Investire Immobiliare – che è coadiuvata nella gestione, per delega, da Bnl Fondi Immobiliari e da Pirelli Re Sgr – si occuperà della totale dismissione degli immobili pubblici entrati a far parte del fondo, in un arco massimo di nove anni, e nel frattempo percepisce i canoni di affitto. L’iter di costituzione è piuttosto complesso. Il 23 dicembre 2004 il ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) ha apportato alla Sgr 164 immobili per un valore di 1.329 milioni e la Sgr ha emesso 13.292 quote, sottoscritte dal Mef. Vi è poi stato un trasferimento dal Mef alla Sgr di 232 immobili per 1.993,6 milioni; il patrimonio immobiliare acquisito tramite trasferimento è stato acquistato attraverso un finanziamento acceso il 29 dicembre 2004, per un importo pari al valore degli immobili trasferiti, presso Banca Imi, Barclays Bank, Royal Bank of Scotland e Cassa depositi e prestiti. Gli arranger citati hanno stipulato un accordo con il Mef che prevede l’acquisto delle 13.292 quote in parti uguali per ognuno dei quattro arranger. Il 29 dicembre 2004 è stato anche stipulato un contratto di locazione con l’Agenzia del demanio per un canone annuo pari a 270,4 milioni di euro. Ora il prossimo passo è la chiusura del collocamento, prevista per il 15 luglio.
Il Sole 24 Ore - Evelina Marchesini